Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
placehold

Il Maresciallo Radetzky

Nella Chiesa di San Nicolò il celeberrimo maresciallo Radetzky si sposò con una contessa Strassoldo, per poi abitare nel palazzo principale del Castello di Sopra. 

Il palazzo principale  è composto da numerosi saloni; al pianoterra troviamo la sala d'ingresso, che permette il disimpegno sul salottino del viceré e sulla tipica cucina friulana; esso permette anche l'uscita su una vasta terrazza del giardino e tramite un corridoio è possibile raggiungere la sala della guardia e la cantina. 

L'accesso al piano nobile si ha da un solenne scalone di pietra che consente l'accesso ad un elegante ballatoio da cui ci si affaccia sulla chiesa parrocchiale; a sinistra vi è il Salone degli Imperatori, a destra si trovano le Sale dello Stemma, della Stufa e quella del Governatore.

Arredati elegantemente e riscaldati tramite camini ed antiche stufe, gli ambienti sono certamente suggestivi, con preziosi pavimenti e soffitti lignei e pareti, in parte affrescate, impreziosite da antiche tele.

Dietro al palazzo principale si estende il parco, sorto verso la metà del ‘700. L’antica impostazione tardo barocca si riconosce nella grande orangèrie, circondata da possenti colonne del XVIII secolo. A testimonianza dell'antica presenza del giardino, a metà del parco stesso vi è un’imponente Magnolia Grandiflora.

placehold

Leggende

In quest’atmosfera aleggiano molte leggende. 

La prima vuole che il nome abbia tratto origine da Rambaldo di Strassau, valoroso comandante del generale romano Flavio Ezio, che combattè contro Attila quando costui distrusse Aquileia

Una più romantica, che trae origine da un fatto vero accaduto nel IV sec. e diede l’avvio a feroci lotte tra feudatari liberi e ministeriali, narra che la bellissima Ginevra Strassoldo fu rapita dal pretendente Federico di Cucagna, subito dopo le sue nozze con Odorico di Villalta e che si trasformò in pietra per resistere al pretendente, tornando in vita solamente quando l’amato sposo la trovò e la baciò, dopo mille peripezie.

Tratto da www.castellodistrassoldo.it

placehold

Legàmi...

Un'altra curiosità lega Strassoldo al vicino borgo di Palmanova

Accadde infatti che, il 16 ottobre 1593 nel Castello di Strassoldo si concluse la lunga fase della posa della prima pietra della Città Stellata. 

In quella data i cinque provveditori generali, gli ingegneri e i "capi da guerra" firmano la "terminatione" del luogo e della forma della fortezza.  (Informazione tratta da Palmanova, di Francesco Antonini, Zel Edizioni, 2021)