Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
Borgo di Polcenigo
placehold

Jazz River

Circolo Controtempo nel corso della sua ventennale esperienza ha sempre abbinato alla grande musica la promozione del territorio ed è così che, in un’ideale congiunzione con Il volo del Jazz di Sacile, risalendo il Livenza, nasce a Polcenigo, Jazz River; una rassegna che vuole promuovere questa perla del territorio attraverso intimi e preziosi concerti nel suo teatro e attraverso il progetto “Cammini Sonori”, alla scoperta della storia e delle meraviglie naturalistiche del borgo.

Le serate in teatro daranno l’occasione di vivere con intensità, in un contesto intimo e raccolto, due concerti d’eccezione: Livio Minafra al piano ed il duo Giovanni Guidi e Luca Aquino, in un dialogo pianoforte tromba reso ancora più prezioso dalla location.

I cammini sonori invece si snoderanno su sentieri naturalistici del territorio, toccando le sorgenti blu del Gorgazzo, passando con lo sguardo il Livenza ed arrivando dal Borgo al Castello, il tutto accompagnato dalla musica in perfetta simbiosi con la natura, per accentuarne la meraviglia ed offrire un’esperienza nuova, dove natura e suoni si fondono.

Ci accompagneranno in questo viaggio artisti straordinari: Fiore & Massarutto, Oreste Sabadin, Didier Ortolani & Matteo Sgobino e per finire Carlo Maver.

Una edizione ricca di contenuti e proposte, che siamo certi sarà la prima di una lunga serie, ma che soprattutto sarà ricca di emozioni e bellezza.

placehold

Livio Minafra

Livio Minafra

Piano solo & Loop Station

venerdì 24 settembre ore 21.00

Teatro Comunale

Programmazione Puglia Sounds TOUR ITALIA 2020/2021

REGIONE PUGLIA FSC 2014/2020 Patto per la Puglia - Investiamo nel vostro futuro.

Sin dal 1999 più di 150 concerti in tutto il mondo per quello che è il progetto più rappresentativo per Livio: il solo.

Sofia, Bogotà, Melbourne, Adana, Lisbona, Parigi, Roma, Lione, Colonia, Berlino, Vienna, Mosca, Kiev, Osaka, Okinawa, Sidney, Montevideo, Londra, Locarno, Belgrado, Lubiana, etc. Tre cd all’attivo, per l’inglese Leo Records La dolcezza del Grido, per la tedesca Enja Records La fiamma e il cristallo e per l’italiana Incipit Sole Luna. Un viaggio nelle sue composizioni frutto dello spontaneo mix di musica classica, etnica e di quello speciale spirito jazzistico identificato nell’improvvisazione.

In particolare l’ultimo progetto Sole Luna vede l’uso della loop machine e l‘uso delle luci. Un vero e proprio spettacolo fatto di suggestioni cromatiche e cammini sonori.

La performance assume così la dimensione di una viaggio, tra il ribollente Sole e l’intima Luna.

placehold

Cammini Sonori

Sabato 25 settembre

Cammini sonori

Ai confini del grande fiume tra il Gorgazzo e la Livenza

Con concerto di Fiore & Massarutto

Old Time Duo

ore 9.30

Ritrovo al parcheggio di San Rocco 

Il duo Fiore & Massarutto compie una ricerca sulle origini della musica americana. Nella seconda metà dell’800 quando il confine tra country, folk e blues non era ancora ben definito, tutto faceva parte di una musica che si stava evolvendo attraverso l’incontro di musicisti provenienti da tutto il mondo, per questo il progetto si chiama “Old-Time Duo”.

Il duo recupera oltre alla canzoni classiche dell’ old-time music anche l’uso di strumenti poveri usati al tempo:mandolino, washboard, cucchiai, ossa etc..

L'escursione ci permetterà di conoscere la bellezza del Gorgazzo e l'area a ridosso del Colle di San Floriano.

Arriveremo sino alla confluenza tra i due fiumi e scopriremo un mondo di risorgive e di magia. Giungeremo quindi al Col Molletta dove si svolgerà il concerto. Rientreremo quindi per un percorso più breve e suggestivo.

Rientro previsto per le ore 12.30 circa

placehold

Verderbe Verdacqua

Sabato 25 settembre

ore 18.00

Chiostro della Chiesa di San Giacomo

Oreste Sabadin

Verderbe Verdacqua

Performance musicale e pittorica di Oreste Sabadin artista, musicista, lettore.

Interventi al clarinetto, letture ad alta voce, ambientazione sonora, improvvisazione pittorica con coinvolgimento del pubblico.

Omaggio alla musica, alla poesia, all’ambiente naturale e ai suoi elementi, con i quali “giocare” per una sensibilizzazione all’ascolto e per la realizzazione di elaborati pittorici improvvisati. La performance si sviluppa in diversi momenti. Suoni e parole è il dialogo tra improvvisazioni, su musiche originali, al clarinetto e la lettura di poesie o estratti di brani dedicati all’acqua, elemento che disseta, alimenta, inonda, trasporta, suona e riflette, unisce e a volte divide, oltre ad essere una delle sostanze necessarie per l’utilizzo di alcuni colori.

Segni e Colori è la fase di improvvisazione pittorica, condotta dall’artista con coinvolgimento del pubblico che contribuirà alla composizione di una pittura informale su carta da acquerello in grande formato, una sorta di “mappa” colorata con foglie, erbe, fiori, terricci e altro, raccolti sul luogo. Insiemi e Dettagli è il momento conclusivo dell’incontro. Il musicista/artista conduce una conversazione in cui si procede alla “lettura” della “mappa”, l’elaborato pittorico realizzato. Si analizzano le forme, le tecniche, il risultato e il significato del lavoro collettivo, gli effetti degli elementi naturali, l’utilizzo dei materiali dedicati e le possibilità espressive della “mappa”, ma anche si terrà conto degli elementi sonori e delle parole ascoltate. 

placehold

Luca Aquino & Giovanni Guidi Duo

Sabato 25 settembre

ore 21.00

Teatro Comunale

Luca Aquino & Giovanni Guidi Duo

La nuova coppia del jazz italiano:

Luca Aquino e Giovanni Guidi, tromba e pianoforte, due talenti, con alle spalle svariate esperienze internazionali, sbocciati in tempi diversi – il primo è nato nel 1974, il secondo undici anni dopo – che si sono incontrati nutrendo passioni identiche.

Una su tutte: la canzone. Entrambi si definiscono addirittura “cantanti mancati” e non a caso il loro album di debutto, pubblicato dalla rivista “Musica Jazz” in allegato al numero dello scorso maggio, si intitola Amore bello, dall’omonima canzone di  Claudio Baglioni, inclusa nell’album insieme a “Un giorno dopo l’altro” di Luigi Tenco, a più usuali standard jazzistici come “Over The Rainbow”, “I Fall In Love Too Easily” e “What A Wonderful World” di armstronghiana memoria, oltre a pezzi scritti a quattro mani dai due protagonisti.

Luca Aquino è campano. La sua storia con la tromba non è convenzionale: infatti, inizia a suonarla all’età di diciannove anni, da autodidatta. Poco dopo la abbandona per poi riprenderla grazie all’amore per il suono di Miles Davis e di Chet Baker. Il resto è una carriera scandita da collaborazioni importanti, svariati dischi e progetti, incluso un fortunato  incontro ravvicinato con la musica giordana.

Giovanni Guidi è umbro. A fargli da talent scout è stato nientemeno che Enrico Rava, uno che di talenti ne ha scoperti parecchi, con il quale il pianista di Foligno suona ormai da molti anni, calcando i più rinomati palcoscenici del mondo. Accanto a Rava, oltre che a nome proprio, Giovanni Guidi ha registrato per ECM

placehold

Cammini sonori

Domenica 26 settembre

Cammini sonori

Dal Borgo al Castello

Con concerto di Didier Ortolan & Matteo Sgobino

Duo-Con-Fluente

ore 9.30

Ritrovo al parcheggio di San Rocco I due musicisti collaborano da tempo in altri progetti con i quali hanno esplorato svariati linguaggi sonori nell’ambito dello swing e della canzone  d’autore e passando per musica teatrale con un intento sempre volto al divertire divertendosi, cercando di dialogare sia con il pubblico che tra musicisti. Questo background sfocia in questo duo che fa del dialogo e dell’interscambio il fondamento di percorsi sonori dove i due strumenti divergono e confluiscono senza mai allontanarsi troppo e senza perdere di vista il piacere di suonare e di farsi ascoltare con leggerezza.

Il duo chitarra e clarinetto consente di esplorare territori sonori  vasti e liberi da schemi dando piena libertà espressiva alla fantasia dei musicisti.

--------------------------

Dopo la breve escursione dedicata ai dintorni di Polcenigo saliremo al Castello di Polcenigo da cui si potrà ammirare la bellezza delle montagne e delle colline circostanti. Concluso il concerto potremo esplorare il borgo di Polcenigo, uno dei più belli d'Italia!

Rientro previsto per le ore 12.30 circa

placehold

Cammini sonori

Domenica 26 settembre

Cammini sonori

La magica sorgente della Santissima

Con concerto di Carlo Maver

Solo / Desafio

ore 15.00

Ritrovo al parcheggio della Santissima Trinità

Flautista, bandoneonista, compositore Carlo Maver coltiva assieme al grande amore per la musica, la passione per i viaggi solitari in paesi esotici e remoti come il Kurdistan, il Mali, il deserto del Sahara, l'Uzbekistan, il Turkmenistan, la Turchia e l'Indonesia, ricavandone esperienze di vita che sono autentiche fonti di ispirazione creativa per la sua musica.

Desafio in spagnolo significa sfida, prova, il superamento di un ostacolo. Questo è un po’ il senso di suonare in solo, camminare sulla corda senza rete, sperimentando i propri limiti e le proprie paure. Il solo non intrattiene, denuda. Ancor di più se viene fatto in un ambiente non protetto. 

Atmosfere andine, tanguere e da diario di viaggio cercheranno di conquistare l’attenzione del pubblico attraverso i sussurri dei flauti e il poderoso suono del bandoneon.

--------------------------

Prima del concerto scopriremo il Sito Unesco del Palù di Livenza, dal punto di vista geologico, naturalistico, archeologico e magico. Passeggeremo tra gli alberi che popolano il Sito Unesco e conosceremo i reperti trovati con le ultime campagne di scavo. Un'immersione nel passato... 

Rientro previsto per le ore 17.30 circa